Agesci nazionale Agesci Sicilia Zona dello Stretto
Branca L/C
Branca E/G
Branche R/S
Capi
Protezione Civile
 
ZONA DELLO STRETTO
Home
Comitato ed Incarichi
Gruppi
Eventi
Documenti
Rassegna Stampa
Villetta B.P. 
News in Pdf 
 
BRANCHE
Branca L/C
Branca E/G
Branca R/S
 
ALTRO
Campi formazione
Protezione Civile
Pace
Non violenza
Solidarietà
Arcidiocesi
 
MASCI
Comunità
 
CALENDARIO EVENTI
 
LINK
AGESCI.org - Sito nazionale
Campo Regionale 2012
Rivendita scout Cooperativa La Nuova Zagara
MASCI Sicilia
Libera, Associazioni, nomi e numeri contro le mafie
Dipartimento della Protezione Civile
Progetto Baobab
Forum del Terzo Settore
Siti Cattolici Italiani
Centro Servizi per il Volontariato
Rete Lilliput - Per un'economia di giustizia
TuttoScout - Gli Scout in Italia
Portale del Progetto OpenScout
 
CONTATORE ACCESSI
739677
 
21 Maggio 2007

Riflessioni

Spesso ci chiediamo se, come capi, siamo fedeli ai principi dell'Agesci.
Molte volte abbiamo l'impressione che diamo più importanza alla quantità piuttosto che alla qualità, alla forma più che alla sostanza. Viviamo in una realtà in cui tutto è relativo: la nostra coscienza, il senso morale, l'esperienza vissuta: i nostri principi si basano sul: "SECONDO ME..."
Se provassimo , invece, a pensare che il Signore ci ha lasciato un messaggio che si può leggere e vivere solo e soltanto a "senso unico" ( "...IO SONO LA VIA,LA VERITA' E LA VITA") e che questo "senso unico" è la sola strada che ci porta a realizzare il Progetto che Dio ha su ciascuno di noi; forse allora potremmo essere veramente convinti di aver scelto di appartenere all'Agesci e non ad altre associazioni scout, oppure renderci conto che, per coerenza ai suoi principi, dovremmo rinunciare a svolgere all'interno di essa un servizio come EDUCATORI.

  Michela Trevisan e Giovanni Spignolo


Torna alla pagina principale