Agesci nazionale Agesci Sicilia Zona dello Stretto
Branca L/C
Branca E/G
Branche R/S
Capi
Protezione Civile
 
ZONA DELLO STRETTO
Home
Comitato ed Incarichi
Gruppi
Eventi
Documenti
Rassegna Stampa
Villetta B.P. 
News in Pdf 
 
BRANCHE
Branca L/C
Branca E/G
Branca R/S
 
ALTRO
Campi formazione
Protezione Civile
Pace
Non violenza
Solidarietà
Arcidiocesi
 
MASCI
ComunitÓ
 
CALENDARIO EVENTI
 
LINK
AGESCI.org - Sito nazionale
Campo Regionale 2012
Rivendita scout Cooperativa La Nuova Zagara
MASCI Sicilia
Libera, Associazioni, nomi e numeri contro le mafie
Dipartimento della Protezione Civile
Progetto Baobab
Forum del Terzo Settore
Siti Cattolici Italiani
Centro Servizi per il Volontariato
Rete Lilliput - Per un'economia di giustizia
TuttoScout - Gli Scout in Italia
Portale del Progetto OpenScout
 
CONTATORE ACCESSI
738853
 
18 Maggio 2007

Giovani sulla frontiera

 Giovani sulla frontiera

Stamani nell'Aula Cannizzaro del plesso centrale dell'UniversitÓ degli Studi di Messina Ŕ stato presentato il libro di Vincenzo Schirripa "Giovani sulla Frontiera. Guide e Scout Cattolici nell'Italia Repubblicana (1943-1974)". Il volume, pubblicato dalle Edizioni Studium di Roma, Ŕ stato presentato per iniziativa dell'Istituto di Studi Storici "Gaetano Salvemini" di Messina, del Dipartimento di Studi sulla CiviltÓ Moderna dell'UniversitÓ degli Studi di Messina e dell'Istituto Superiore di Scienze Religione della Pontificia FacoltÓ Teologica dell'Italia Meridionale di Reggio Calabria.
Erano presenti come relatori il Prof. Salvatore Berling˛ Rettore dell'UniversitÓ per Stranieri di Reggio Calabria, il Prof. Santi Fedele Ordinario di Storia Contemporanea presso l'UniversitÓ di Messina, il Prof. Mons. Antonio Foderaro Direttore dell'Istituto Superiore di Scienze Religiose di Reggio Calabria, il Prof. Sergio Tognon Ordinario di Storia dell'Educazione presso l'UniversitÓ L.U.M.S.A. di Roma, nonchŔ curatore della Prefazione del volume, e l'autore il Dott. Vincenzo Schirripa.
La storia dello scautismo italiano trova in questo volume un contributo fondamentale, che la colloca a buon diritto non soltanto al centro della storia dei movimenti giovanili italiani del Novecento, ma anche tra i casi esemplari per verificare la soliditÓ delle premesse religiose e civili della societÓ italiana. La vicenda che ha portato nel 1974 alla fusione tra l'associazione femminile e quella maschile dello scautismo cattolico italiano Ŕ stata il punto pi¨ alto e innovatore, ideologicamente sofferto, di quel generale processo di maturazione delle generazioni cristiane che non avendo partecipato direttamente alla II Guerra Mondiale e alle scelte politiche che ne seguirono avevano trovato nell'esperienza del Concilio Vaticano II e nell'apertura dell'Italia sulla scena economica e civile internazionale ad esso contemporanea l'occasione per riappropriarsi della storia repubblicana e per entrare a pieno titolo nella storia della democrazia nazionale. Il modo in cui vennero rielaborate dalle Úlites dello scautismo e del guidismo italiani le istanze provenienti dalla societÓ e le inquietudini del mondo giovanile fu originale. Esse venivano accolte sempre e comunque nella misura in cui corrispondevano ad un approfondimento del metodo e alla necessitÓ di reinterpretarlo in chiave educativa. Alla luce della storia degli anni Settanta, l'evento rappresentato dalla nuova identitÓ assunta dai giovani scout cattolici italiani ha una duplice valenza: conferma l'esistenza e la forza di una lenta, ma ostinata linea di autonoma maturazione del laicato cattolico, e testimonia la ricchezza e lo spessore di un vissuto religioso e di una fedeltÓ alla dimensione ecclesiale che ha garantito l'unitÓ nazionale in molti passaggi delicati della nostra storia.
Vincenzo Schirippa, calabrese ex Capo dell'A.G.E.S.C.I., cultore di Storia Contemporanea presso la FacoltÓ di Lettere e Filosofia dell'UniversitÓ di Messina, ha conseguito il Dottorato di Ricerca nel 2005 a Siena. Studia la Storia dell'Associazionismo Giovanile e insegna presso l'Istituto Superiore di Scienze Religiose di Reggio Calabria.
All'incontro sono intervenuti numerosi scout tra i quali il Consigliere Generale A.G.E.S.C.I. per Messina Nino Corriera, il Membro del Comitato di Zona dell'A.G.E.S.C.I. di Messina Marco Grassi e il Responsabile della ComunitÓ M.A.S.C.I. Carmelo Casano.

  Marco Grassi


Torna alla pagina principale