Agesci nazionale Agesci Sicilia Zona dello Stretto
Branca L/C
Branca E/G
Branche R/S
Capi
Protezione Civile
 
ZONA DELLO STRETTO
Home
Comitato ed Incarichi
Gruppi
Eventi
Documenti
Rassegna Stampa
Villetta B.P. 
News in Pdf 
 
BRANCHE
Branca L/C
Branca E/G
Branca R/S
 
ALTRO
Campi formazione
Protezione Civile
Pace
Non violenza
Solidarietà
Arcidiocesi
 
MASCI
Comunità
 
CALENDARIO EVENTI
 
LINK
AGESCI.org - Sito nazionale
Campo Regionale 2012
Rivendita scout Cooperativa La Nuova Zagara
MASCI Sicilia
Libera, Associazioni, nomi e numeri contro le mafie
Dipartimento della Protezione Civile
Progetto Baobab
Forum del Terzo Settore
Siti Cattolici Italiani
Centro Servizi per il Volontariato
Rete Lilliput - Per un'economia di giustizia
TuttoScout - Gli Scout in Italia
Portale del Progetto OpenScout
 
CONTATORE ACCESSI
739677
 
15 Dicembre 2006

Verbale Assemblea del 26 Novembre 2006

Verbale dei lavori - Mozioni e Raccomandazioni

Cronaca dei lavori d'assemblea

Si è svolta oggi in data 26 Novembre 2006 presso la Parrocchia Sede del Mil 1 l'Assemblea dei Capi della Zona dello Stretto. I lavori hanno inizio alle 09.30 con la lettura del programma del giorno e la nomina per acclamazione del presidente d'Assemblea nella figura di Peppe Barile. Si costituisce inoltre il Comitato Mozioni con Presidente Franco De Luca e Membri del Comitato, Nino Corriera e Nicola Costantino e Scrutinatori, i tirocinanti Maria Francesca Marino, Marco Minutoli, Giovanni Brancato e Venera Grasso.
All'assemblea sono presenti 185 capi su un totale di 257 capi censiti previsti.
Viene presentata una mozione d'ordine, (vd. Mozione n.1 in allegato agli atti) da L. Guarino sull'aggiunta all'ordine del giorno delle relazioni sul programma di zona; viene messa ai voti e RESPINTA dall'Assemblea.
Dopo alcuni richiami, effettuati dal Presidente d'Assemblea, all'ordine e al rispetto delle regole vengono date le indicazioni preliminari sulla Bozza del Progetto di Zona presentata all'Assemblea e cominciano gli interventi:
  • Cettina Ganz 1: propone lo stralcio di alcuni parti della "Premessa" e delle titolature di alcuni punti della bozza, ("A chi si rivolge").
  • Nunzio Me 10: propone di inserire nell'area "Fede", come obiettivo, la ricerca dell'A.E. di Zona; cercare di indicare non un numero di incontri ma delle attività da proporre ai ragazzi.
  • Santina Me 1: integrare alla voce "Formazione Capi" l'A.E. tra i soggetti a cui si rivolge l'obiettivo scelto.
  • Michele Borgia ZdS: integrare alla voce "Metodo", come obiettivo, il Progetto Baobab
Il Presidente Barile ricorda all'assemblea e al promotore dell'ultima integrazione Michele Borgia che il progetto è stato già votato dall'Assemblea nelle precedenti riunioni ed è stato sposato nelle finalità e nei suoi obiettivi dalla nostra Zona.
Viene altresì spiegato all'Assemblea e quindi viene proposto dallo stesso Michele l'inserimento del Progetto come "già sposato dall'Assemblea".
  • Chiara Me 2: evidenzia il fatto che molti "obiettivi" sono a suo parere degli "strumenti".
  • Giuseppe Me 1: ragguaglia l'Assemblea sulla realizzazione del Sito di Zona, presente come "obiettivo" dell'area "Territorio".
  • A. Campagna Mil 3: relativamente alla scelta dell'A.E., il precedente Comitato ha già preso contatti con il parroco di Fondachelli-Fantina, Padre Pino Gentile, avanzandogli la proposta di divenire A.E. di Zona.
  • Michela Me 10: l'area "Fede" non è molto dettagliata nei suoi obiettivi mancando a tutt'oggi la figura essenziale dell'A.E. di Zona.
  • Andrea Me 2: perplessità relative agli obiettivi dell'area "Metodo"; chiarirli meglio e modificare la "meta finale" dei vari obiettivi.
  • Lillo Me 10: relativamente all'area "Metodo", alla meta finale relativa all'integrazione delle nuove tecnologie, ritiene meglio seguire la tradizione più che le tendenze dei ragazzi. Ribadisce anche, per l'area "Fede", la necessità di svolgere un maggior numero di momenti spirituali e di fede in chiesa e non solo tra scout, poiché le tappe dell'anno liturgico richiedono la nostra presenza in Parrocchia. Relativamente al "Territorio", si devono cercare attività che sono veramente utili ai quartieri.
  • Lucia ZdS: ribadisce l'importanza del Progetto e propone di mettere tutti gli obiettivi in una casella, aggiungendo una colonna con l'analisi di ogni punto. Nell'ultima colonna indicare "Strutture coinvolte". Propone anche lo stralcio e il successivo cambiamento di alcune parti della Bozza (obiettivi aree "Formazione Capi" e "Metodo").
  • Rosetta Me 14: richiama l'Assemblea a ricordare che la Bozza è frutto del lavoro del Consiglio di Zona e che modificarla punto a punto non è giusto.
  • Saverio Mil 2: incentivare l'interesse dei ragazzi su eventi come il Jam on the air e il Jam on the Net, data l'attenzione alla comunicazione che la Zona vuole ricercare.
  • Marina Me 10: integrare al punto 8 "Fede" nell'obiettivo 1 "un tema conduttore". Su internet ci si dovrebbe riferire al progetto nazionale "Open Scout".
  • M. Salvo Me 2: andare alla base del nostro essere scout. Servire in special modo sul territorio. Proposta di attivare una realtà di servizio extra associativo gestito da scout, come un centro per minori, etc.
  • Nino Me 1: ricorda all'Assemblea che sarebbe bastato che ogni Co.Ca avesse portato le proprie idee di modifica attraverso i capi gruppo in sede di Consiglio di Zona. La figura del Capo Gruppo viene così a essere squalificata, se ciò che si dice in sede di Consiglio viene continuamente rimesso in discussione.
  • Domenico Me 14: precisa che il tempo speso per le modifiche non è "tempo perso" poiché sono stati trovati piccoli accorgimenti ad un programma già rappresentativo della Zona. propone l'inserimento nella meta finale dell'area "Territorio" della voce "legalità ed antimafia".
  • Simona Ballisto: evidenzia, in relazione all'area "Fede", che non serve differenziare i momenti di formazione catechetica per branche.
I lavori interrotti per la Santa Messa vengono ripresi alle ore 13.15.
Viene data lettura della Bozza di Progetto dopo i lavori di modifica e confronto operati in sede assembleare. La bozza verrà votata nella sua interezza fatta eccezione per due punti (punto 2 area "Metodo"; punto 7 area "Fede") poiché contenenti modifiche interne al singolo punto da votare a parte.
Vengono presentate le mozioni (allegate come Atti al verbale d'Assemblea) e si passa alla loro votazione.
  • Mozione n. 2 + allegati: la mozione viene RITIRATA dagli stesse promotori.
  • Mozione n. 3: l'assemblea dei capi dello stretto RESPINGE la mozione.
  • Raccomandazione n. 1: la raccomandazione viene RITIRATA dagli stessi promotori.
  • Mozione n. 4: la mozione viene APPROVATA con voto palese (Mozione Punto 7).
  • Mozione n. 5: la mozione viene APPROVATA con voto palese.
  • Raccomandazione n. 2: la raccomandazione viene RESPINTA dall'assemblea.
Alle ore 14.00 hanno inizio le candidature per l'elezione dei due Resp. di Zona e di quattro Membri di Comitato.
Interventi:
  • Lucia, ZdS: necessità di avere un Inc. alla Formazione Capi; dubbi sul ruolo dell'Inc. all'area Fede.
Vengono candidati:
  • Franco Sorrenti Me 4 come Resp. di Zona
  • Peppe Barile Me 12 come Membro di Comitato
  • Marco Grassi Me 1 come Membro di Comitato
  • Michela Trevisan Me 10 come Resp. di Zona
  • Nunzio Turiaco Me 10 come Resp. di Zona
  • Andrea Mazzù Me 2 come Membro di Comitato
  • Michele Salvo Me 2 come Membro di Comitato
  • Rosanna Siracusano Me 4 come Membro di Comitato
  • Riccardo Solano Me 4 come Membro di Comitato
  • Rosetta Corrieri Me 14 come Membro di Comitato
  • Nicola Minutoli Me 13 come Membro di Comitato
Accettano tutti fatta eccezione per Riccardo Solano e Rosetta Corrieri.
Vengono fatti dei richiami alla disponibilità dei giovani capi a candidarsi (F. De Luca); alla moderazione dei toni (N. Mazzaglia); ed al rispetto delle regole assembleari che garantiscono a tutti la parola (D. Siracusano).
Alle ore 14.45 l'assemblea si aggiorna per il pranzo riprendendo i lavori alle ore 16.00 con la presentazione da parte del Tesoriere di Zona, Natale Di Bartolo, del Bilancio Consuntivo 2006.
  • Mozione n. 6: la mozione sull'approvazione del Bilancio Consuntivo viene APPROVATA con voto palese.
Si passa agli interventi su "Varie ed Eventuali":
  • Michele Salvo Me 2: esorta l'assemblea ad interrogarsi sul problema nato tra l'Agesci ed il Demanio Forestale.
Si procede alle operazioni di scrutinio e si da lettura dei risultati con la proclamazione degli eletti:
    Responsabili di Zona: Nunzio Turiaco e Michela Trevisan Membri di Comitato: Marco Grassi; Peppe Barile (in prima elezione); Michele Salvo (in seconda elezione).
Viene presentata la Mozione d'ordine n. 7 relativa alla chiusura dei lavori e la stessa viene APPROVATA con voto palese.
I lavori assembleari si concludono alle ore 18.00

Scarica Documento Verbale Assemblea di Zona 26 Novembre 2006.pdf
   


Torna alla pagina principale