Agesci nazionale Agesci Sicilia Zona dello Stretto
Branca L/C
Branca E/G
Branche R/S
Capi
Protezione Civile
 
ZONA DELLO STRETTO
Home
Comitato ed Incarichi
Gruppi
Eventi
Documenti
Rassegna Stampa
Villetta B.P. 
News in Pdf 
 
BRANCHE
Branca L/C
Branca E/G
Branca R/S
 
ALTRO
Campi formazione
Protezione Civile
Pace
Non violenza
Solidarietà
Arcidiocesi
 
MASCI
Comunità
 
CALENDARIO EVENTI
 
LINK
AGESCI.org - Sito nazionale
Campo Regionale 2012
Rivendita scout Cooperativa La Nuova Zagara
MASCI Sicilia
Libera, Associazioni, nomi e numeri contro le mafie
Dipartimento della Protezione Civile
Progetto Baobab
Forum del Terzo Settore
Siti Cattolici Italiani
Centro Servizi per il Volontariato
Rete Lilliput - Per un'economia di giustizia
TuttoScout - Gli Scout in Italia
Portale del Progetto OpenScout
 
CONTATORE ACCESSI
738818
 
10 Ottobre 2006

Festa del Volontariato

Da Venerdì 20 a Domenica 22 Ottobre alla Fiera si svolgerà la Festa del Volontariato

 Festa del Volontariato

Da Venerdì 20 a Domenica 22 Ottobre anche l'A.G.E.S.C.I. - ZONA DELLO STRETTO sarà presente con un proprio stand alla I Edizione della Festa del Volontariato. Una città aperta, nel segno della solidarietà sociale e della cittadinanza, del confronto e del divertimento. Da venerdì 20 a domenica 22 ottobre, dalle 9 alle 14 e dalle 16 alle 24, la Fiera di Messina (Padiglioni 7 A e 7 B) ospiterà per tre giorni la Festa del Volontariato, la prima edizione di una rassegna promossa dal Cesv, Centro Servizi per il Volontariato. Un momento di festa e di incontro, con il Comune e la Provincia Regionale di Messina come partner. Una rassegna contraddistinta da incontri, esposizioni di quasi sessanta associazioni, momenti di musica, proiezione di cortometraggi, una Festa per i giovani (con gruppi musicali hip-hop), animazione e sport. Ma anche un'occasione di approfondimento, grazie ai workshop sui giovani e la legalità, sui diritti dei migranti, sul welfare e sulla promozione del benessere, sulla pace e la mondialità, e a un workshop dal titolo "Parchi e riserve: vincoli o risorse nello sviluppo sostenibile?". E, soprattutto, un mondo aperto alla realtà delle associazioni e delle organizzazioni di volontariato della provincia di Messina, con spazi espositivi e opportunità di scambio fra differenti soggetti. "Si tratta di una Festa nata per sensibilizzare la cittadinanza e i media sull'azione del volontariato e sui molteplici campi di azione dei volontari. Una festa per diffondere le singole iniziative di impegno sociale volontario presenti sul territorio e per promuovere lo scambio e l'arricchimento reciproco tra organizzazioni e cittadini", afferma Antonino Mantineo, presidente del Cesv e docente universitario. "Questa prima edizione della Festa del Volontariato - continua Mantineo - potrebbe segnare una tappa fondamentale per la crescita delle nostre comunità e costruisce un'occasione per una seria analisi del ruolo che come volontariato organizzato siamo chiamati a svolgere. Le due prospettive - crescita delle comunità e ruolo del volontariato - sono molto più connesse di quanto, forse, si abbia consapevolezza. Come, altrimenti, si può auspicare un miglioramento delle nostre comunità in termini di qualità della vita, di servizi alla persona e dei servizi sociali e, soprattutto, come si può costruire una diffusa cultura di relazioni umane fondate sull'accoglienza e sulla giustizia, se non a partire dai nostri gruppi di volontariato?".

Il programma

Nell'ambito dei tre giorni di Festa, la giornata di venerdì 20 ottobre sarà dedicata ai giovani, con un workshop su "Cittadinanza e cultura della legalità" (alle 10). Si tratta di un confronto fra i ragazzi di dodici Istituti superiori messinesi (lì dove sono presenti i Laboratori sulla legalità animati dal Centro Servizi), alcuni esponenti del movimento palermitano "Addiopizzo" e l'avvocato Fabio Repici, legale di parte civile in molti processi antimafia, dal processo per l'omicidio della giovanissima Graziella Campagna a quello per l'assassinio del giornalista Beppe Alfano. Sempre nella giornata di venerdì 20, sono previsti il teatro delle marionette a cura dell'associazione Vip (alle 10.30); lo spettacolo di cabaret "Lo stato di famiglia" a cura dell'associazione "Crescere insieme" di Barcellona P.G. (alle 11); una rassegna di poesie siciliane a cura dell'Auser di Messina (alle 11.30); il workshop "Il diritto allo studio dei minori migranti" a cura del Circolo Arci "Thomas Sankara" di Messina (alle 17); graffiti, writing e hip hop dance (alle 18); il workshop "Parchi e riserve: vincoli o risorse nello sviluppo sostenibile?", coordinato dal segretario di Legambiente Sicilia Salvatore Granata (alle 19); l'esibizione hip-hop degli Insane Impulse (alle 21). Il programma continua sabato 21 con il programma sperimentale "Coloriamo di azzurro il mare", promosso dall"associazione "Subaquatic", un'estemporanea di disegno creativo con i bambini di Istituti comprensivi (9-14); il workshop "Mediterraneo Isola di pace", coordinato da Carmen Cordaro, vicepresidente del Cesv e presidente del Circolo Arci "Thomas Sankara" di Messina (alle 10); uno spettacolo di clownterapia a cura dell'associazione Vip (alle 10.30); un torneo di scacchi a cura del Circolo Arci "T. Sankara" (alle 15); il Forum "Welfare di comunità. Ma non per tutti", con esponenti dei servizi sociali e del terzo settore del territorio (alle 18); una rassegna di cortometraggi (alle 20.30). Si tratta di un'immersione nel mondo del cinema e dei video dalle forti connotazioni sociali. Dai lavori sulla mafia e sulle ingiustizie nei confronti dei migranti, realizzati dai Circoli Arci del territorio, all'anticipazione di un documentario diretto dal messinese Salvo Presti e dedicato alla figura del magistrato Rosario Livatino, ucciso dalla mafia. Per quanto riguarda la giornata di domenica 22, invece, sono previsti un evento sportivo (ore 9), l'assemblea programmatica del Cesv (alle 10), l'assemblea dei soci del Centro Servizi (alle 12) e uno spettacolo di musica popolare (alle 18), con il quintetto Kàlamos. Formato da cinque giovani musicisti di Galati Mamertino (centro dei Nebrodi, in provincia di Messina) il Kàlamos Ensemble, con la consulenza dell'etnomusicologo Mario Sarica e in stretta collaborazione con il Museo di cultura e musica popolare dei Peloritani di villaggio Gesso (Messina), sta sviluppando da anni un originale progetto musicale centrato sulla riscoperta e valorizzazione dello strumentario siciliano di tradizione, con particolare attenzione alla famiglia dei fiati pastorali (ance e flauti), e sul recupero del canto popolare nelle sue espressioni più originali. Va anche ricordato che, nel corso della tre giorni in Fiera, dalle 10 alle 12, sono in programma gli accertamenti preliminari alla donazione del sangue, a cura dell'Avis di Messina.


Torna alla pagina principale