Agesci nazionale Agesci Sicilia Zona dello Stretto
Branca L/C
Branca E/G
Branche R/S
Capi
Protezione Civile
 
ZONA DELLO STRETTO
Home
Comitato ed Incarichi
Gruppi
Eventi
Documenti
Rassegna Stampa
Villetta B.P. 
News in Pdf 
 
BRANCHE
Branca L/C
Branca E/G
Branca R/S
 
ALTRO
Campi formazione
Protezione Civile
Pace
Non violenza
Solidarietà
Arcidiocesi
 
MASCI
ComunitÓ
 
CALENDARIO EVENTI
 
LINK
AGESCI.org - Sito nazionale
Campo Regionale 2012
Rivendita scout Cooperativa La Nuova Zagara
MASCI Sicilia
Libera, Associazioni, nomi e numeri contro le mafie
Dipartimento della Protezione Civile
Progetto Baobab
Forum del Terzo Settore
Siti Cattolici Italiani
Centro Servizi per il Volontariato
Rete Lilliput - Per un'economia di giustizia
TuttoScout - Gli Scout in Italia
Portale del Progetto OpenScout
 
CONTATORE ACCESSI
754724
 
5 ottobre 2009

Aggiornamento emergenza alluvione

Inevitabilmente, i fatti imponderabili di questi giorni hanno anche generato qualche malumore da parte di chi avrebbe voluto immediatamente essere sul campo con i propri ragazzi per aiutare la nostra gente.
Abbiamo nella riunione di sabato cercato di chiarire i termini del nostro intervento come AGESCI, che deve tenere conto del piano operativo (che ci sta molto stretto) nazionale, da cui non possiamo (ahimŔ) discostarci.
E' anche vero che per la gravitÓ del momento e per le continue richieste di aiuto ad intervenire, siamo giustamente andati oltre le competenze a noi assegnate (e me ne assumo tutte le responsabilitÓ). Ho sin dall'inizio chiesto comunque, per qualsiasi intervento che esulava da quanto prescritto autorizzazione da parte dell'incaricato regionale all'EPC Gaetano Di Mauro che ci ha seguiti costantemente, passo passo in queste ore. Domani tra l'altro, sarÓ qui a Messina e con me si recherÓ sui luoghi ed in prefettura.
Paolo Barbera che Ŕ l'incaricato EPC di zona ha fino ad oggi svolto il suo incarico in modo impeccabile, facendoci, tra l'altro. ottenere l'attivazione del Dipartimento, senza la quale nessuno di noi sarebbe stato autorizzato a muovere un dito per conto e per nome dell'AGESCI.
E' chiaro che vista l'eccezionalitÓ dell'evento drammatico, Paolo ha la necessitÓ di confrontarsi con i Responsabili di Zona, che a loro volta (gerarchicamente) chiedono lumi al Regionale. Stiamo cercando di fare del nostro meglio ed umanamente stiamo cercando di dare il massimo per gestire una situazione che da oltre 48 ore ci vede impegnatissimi. Ho ricevuto e risposto ad oltre un centinaio di telefonate (senza tenere conto degli sms) e cercato di coordinare anche con l'aiuto di Fabio Cordaro.
Teniamo presente che su Scaletta siamo stati fino ad oggi totalmente assenti ed i bisogni ci sono anche lý.
Vi chiedo cortesemente di mettere un attimino da parte le eventuali polemiche, che non portano a nulla di utile e di costruttivo. Ho personalmente delegato in questo momento anche Sandra Rizzo ad aiutarci per coordinare l'eventuale gestione delle scolte che solo in questo momento potrebbero essere utili per la distribuzione, lÓ dove fino ad oggi ci Ŕ stato richiesto. Cosý come a Chiara Fiorito di interpellare sulle disponibilitÓ effettive i vari capi Clan.
Allo stesso tempo teniamo i contatti con chi gestisce gli sfollati negli alberghi per capire e soprattutto non sprecare le forze per le necessitÓ future a cui tutti saremo chiamati per dare un contributo. Mi auguro che la stessa tensione ed attenzione ci sia nelle prossime settimane, quando molte associazioni di volontariato avranno esaurito sia le loro forze che il loro impegno.
L'assemblea di zona sarÓ occasione per fare costruttivamente il punto della situazione. Colgo l'occasione in ogni caso per ringraziare tutti e non vorrei dimenticare nessuno, per cui non far˛ un elenco.
In ultimo se abbiamo, per stanchezza e stress, sbagliato in qualcosa, chiedo umilmente scusa.
Fraternamente e pi¨ che mai adesso Estote Parati,

  Nunzio


Torna alla pagina principale