Agesci nazionale Agesci Sicilia Zona dello Stretto
Branca L/C
Branca E/G
Branche R/S
Capi
Protezione Civile
 
ZONA DELLO STRETTO
Home
Comitato ed Incarichi
Gruppi
Eventi
Documenti
Rassegna Stampa
Villetta B.P. 
News in Pdf 
 
BRANCHE
Branca L/C
Branca E/G
Branca R/S
 
ALTRO
Campi formazione
Protezione Civile
Pace
Non violenza
Solidarietà
Arcidiocesi
 
MASCI
ComunitÓ
 
CALENDARIO EVENTI
 
LINK
AGESCI.org - Sito nazionale
Campo Regionale 2012
Rivendita scout Cooperativa La Nuova Zagara
MASCI Sicilia
Libera, Associazioni, nomi e numeri contro le mafie
Dipartimento della Protezione Civile
Progetto Baobab
Forum del Terzo Settore
Siti Cattolici Italiani
Centro Servizi per il Volontariato
Rete Lilliput - Per un'economia di giustizia
TuttoScout - Gli Scout in Italia
Portale del Progetto OpenScout
 
CONTATORE ACCESSI
763413
 
6 aprile 2009

Incontro con Romano Forleo

 Incontro con Romano Forleo

Giovedý 2 Aprile si Ŕ svolto, presso la sede della ComunitÓ MASCI del Messina 1░ al Santuario di Montalto, un interessante incontro tra amici e amiche che ha visto la presenza di un grande fratello maggiore dello Scoutismo Nazionale ed Internazionale, Romano FORLEO, grazie all'instancabile Magister del MASCI Regionale della Sicilia Carmelo CASANO, insieme ad alcuni membri della ComunitÓ e agli affezionati Enzo SCARCELLA, Nicola DI BARTOLO, Angela D'ARRIGO e Nino CORRIERA.
Credo di aver vissuto in queste due ore di conversazione una bellissima sensazione: ho immaginato di ascoltare un nonno che parlava ai nipotini.
Romano ha messo in evidenza tanti piccoli mali della societÓ attuale, varie criticitÓ, che devono aiutarci ad attenzionare i molteplici problemi per non perdere di vista l'azione educativa e pedagogica dell'educatore scout.
Le statistiche che ha citato nelle sue argomentazioni aprono un vero scenario di cambiamento generazionale epocale su ci˛ che deve essere l'adulto-scout e l'attenzione del formatore di oggi, troppo spesso un giovane alle prime armi, che non ha quella esperienza che deriva dal trapasso nozioni e non riesce a trasmettere il vissuto educativo all'educando.
Ha riportato come in moltissimi Paesi la partenza per il giovane rover e per la scolta si fa' all'etÓ di 25 anni circa per essere pi¨ maturi nell'affrontare la vita.
Il ragazzo, il giovane di oggi, cerca sempre nuovi stimoli creativi e quindi l'attenzione educativa della nostra associazione deve proporsi in un modo nuovo, indicando attraverso la metodologia scout quella riscoperta di novitÓ che entusiasma le nuove generazioni.
Certamente ascoltare Romano, dopo il suo pellegrinare per mezza Italia per convegni e anche a Messina alla FacoltÓ di Lettere dove ha trattato il tema sulla "BIOETICA" (Ŕ riuscito a trovare del tempo da dedicare a noi), Ŕ veramente arricchente anche per la sua grande prova di testimonianza. Un uomo vero che tutti desiderano aver incontrato nella loro vita.

  Fraternamente
Nino Corriera


Torna alla pagina principale